Un’avventura chiamata “Famiglia”

387025_full_570x435-1

La Civiltà Cattolica – The Chesterton Institute – Associazione BombaCarta

sono lieti di invitarvi a

UN’AVVENTURA CHIAMATA “FAMIGLIA”
Terzo incontro internazionale su Gilbert K. Chesterton

Sabato 1° giugno 2013, ore 16:00
La Civiltà Cattolica, Via di Porta Pinciana 1 – Roma

Saluto iniziale
Antonio Spadaro (Direttore “La Civiltà Cattolica”)

RELAZIONI

Mary Gray, lo splendore del grigio domestico
Annalisa Teggi (traduttrice)

Family: the Only Possible House of Life
Fr. Ian Boyd, C.S.B.
(G. K. Chesterton Institute for Faith & Culture – Seton Hall University, New Jersey)

Un’estranea in casa
Fabio Canessa (saggista e giornalista)

Chesterton and Family Life
Dermot Quinn
(G. K. Chesterton Institute for Faith & Culture – Seton Hall University, New Jersey)

TESTIMONIANZE

Masolino D’Amico – Spencer Howe – Sabina Nicolini

INTERMEZZI
con letture, videodocumenti, dibattiti

Per informazioni
http://www.laciviltacattolica.it/it/incontri/

4 commenti a “Un’avventura chiamata “Famiglia””

  1. Pietro scrive:

    I grandi sono sempre grandi! Ma essere famiglia oggi, senza essere “grandi” è un’esperienza bellissima e delicatissima, è come avere in mano un vaso di cristallo, si rischia di romperlo ad ogni passo! Noi, Elena ed io,sposi dal ’66 con tre figli e tre nipotini siamo oggi nonni felici e attivi. Testimoni concreti e credibili: Dio, in tutti questi anni di gioia ma anche di dolore, non ci ha mai abbandonato! Essendo rimasti entrambi orfani di madre a 17 anni, nel ’63, ci siamo affidati fin da allora alla Mamma Celeste,la Beata Vergine Maria; la protezione e l’aiuto Suo, non ci sono mai mancati! Ci siamo impegnati ogni giorno per essere genitori e insegnanti validi, per trasmettere principi e valori umani e trascendenti ai figli e agli alunni… Ora, in pensione, impariamo a fare i nonni positivi e utili: cerchiamo di aiutare lo sviluppo armonico della personalità dei nostri cari,la vita interiore, sapendo bene quanto è importante!, con un’attenzione e un dialogo sincero e costante, con tutti, non solo in casa, ricercando il bene comune. Abbiamo cercato e cerchiamo di non farci travolgere da una società e da una cultura dominante, dove da molti decenni prevale l’egoismo e il relativismo! Le istituzioni hanno abbandonato le famiglie a se stesse: le separazioni e i divorzi aumentano con gravissimi danni per i figli innocenti! Fino a quando Dio vorrà, sempre con al centro della vita, nel cuore e nella mente, Gesù Giuseppe e Maria, uniti alla Chiesa di Papa Francesco, continueremo a crescere con gioia nel cammino di fede, speranza e Carità. Impegnati con entusiasmo nella missione della nuova evangelizzazione, nell’Anno della fede. Chi scrive ha ricevuto la grazia di essere francescano nella fraternità O.f.s. Pace e bene.

  2. Annamaria scrive:

    Si potranno leggere da qualche parte gli atti?

  3. Andrea Monda scrive:

    sì, quando saranno pubblicati nel terzo volume dell’edizione italiana della Chesterton Review (Lindau), ci vorrà qualche mese però..

  4. Keisha D. Case scrive:

    «Gli scrittori moderni i quali, in modo più o meno diretto, hanno insinuato che la famiglia è un’istituzione dannosa, si sono solitamente limitati a insinuare, con molta acredine, amarezza o pathos, che forse la famiglia non è sempre così armoniosa.

Prima di inserire un commento, assicurati di aver letto la nostra policy sui commenti.

Rispondi