Una semplice questione di editing

Ecco la pagina del Diario del laboratorio di scrittura creativa di Bombacarta a Roma relativa all’incontro del 7 marzo 2007.

Le amiche (Klimt)ll laboratorio di scrittura è un luogo di ESPERIENZA (lettura e scrittura di testi), RIFLESSIONE (confronto e discussione con l’editor e gli altri lettori del laboratorio) e AZIONE (lettura, scrittura e riscrittura nella propria dimensione privata). Tre momenti fondamentali senza cui è impossibile sviluppare la propria capacità di visione e di scrittura. Nell’ultimo incontro abbiamo letto con attenzione la prima stesura di un nuovo racconto di Paola, la storia di due amiche che, pur in modo diverso, ricercano l’attenzione dello stesso uomo. C’è, dunque, un lui che non può fare a meno di essere al centro
dell’attenzione e, allo stesso tempo, di sottolineare la sua libertà da ogni vincolo affettivo; una lei che ne è dipendente e, pur di averlo vicino, accetta di assumere il ruolo di mamma, amica, confidente e assistente; un’altra lei, più solida e affettivamente indipendente dell’amica, che non rinuncia al gioco di seduzione e attrazione proposto da lui. La tensione che si sviluppa tra le due amiche durante una vacanza con lui e altri amici, porterà la
protagonista del racconto a fare i conti con i movimenti e le domande
pressanti della sua coscienza.
La riflessione sul racconto è consistita nella riconsiderazione
attenta
di quanto viene narrato, della successione dei fatti (trama),
dei comportamenti dei personaggi, di ogni dettaglio concreto che
concorre (o intralcia) alla creazione di un quadro coerente e
avvincente. Il racconto ci è piaciuto subito, ma abbiamo tutti notato
l’esigenza di mettere a fuoco la vicenda, facendo innanzitutto
chiarezza sulle motivazioni interne dei personaggi, sulle ragioni vere
e segrete dei loro giudizi e comportamenti. Ci siamo posti delle
domande concrete, necessarie per stimolare il pensiero creativo e
togliere tutti gli ostacoli (ad esempio: descrizioni inutili o
contraddittorie) che impediscono il rivelarsi chiaro e nitido dei
desideri dei personaggi e del dramma che fa di questi fatti una storia
degna di essere raccontata e di essere letta.