Bombaclassifica show

I migliori dischi del 2008. Una parziale e personalissima scelta, contando il numero delle “stelline di Itunes” che ho assegnato ai brani sul mio ipod durante l’ultimo anno. Dieci album di generi diversi, buona musica da proporre e condividere. E spero contribuirete con altre segnalazioni…

Bon Iver – For Emma, Forever Ago (folk rock)

Bon IverJustin Vernon dopo essere stato lasciato dalla fidanzata e aver sciolto il suo gruppo si ritira. Dove?  In un capanno nei boschi del Wisconsin, in inverno.  Una chitarra un semplice registratore e intorno la neve e la solitudine. Riposa Justin. Recupera Justin. Poi inizia a comporre il suo primo disco solista. Nove canzoni. Chitarra e  voce quasi sempre in falsetto. Ai nastri viene aggiunto, in post produzione, molto poco. Un po’ di batteria qua e là, qualche effetto, un controcanto. Eppure il disco nella sua semplicità suona denso.
Qui il link al video molto “into the wild”.

Steven Wilson – Insurgentes (rock)

Steven Wilson – InsurgentesAnche Steven Wilson è al suo primo disco solista, sebbene sia attivo da una ventina d’anni nel panorama musicale, con i Porcupine Tree, i Blackfield, i No-man.  Insurgentes è un disco vero, comincia subito deciso, sonorità tra Radiohead e Coldplay, imprevedibile però perchè il suono vira in continuazione e con lui lo stile, tra rock, pop, prog, momenti grunge ed altri strumentali, in alcuni momenti addirittura il jazz. Il suo mestiere di musicista e produttore in progetti completamente diversi è evidente. Suona estremamente moderno, arrangiato e mixato magistralmente, con pezzi di grande sostanza.

Sigur Rós – Með suð í eyrum við spilum endalaust (pop folk psichedelico)

Con Un Ronzio Nelle Orecchie Suoniamo All’Infinito, il titolo di questo controverso cd. Osannato e criticato dalle testate musicali, l’album è stato concepito e registrato in varie parti del mondo. Un disco diverso dei Sigur Ros, che viene trascinato verso vere e proprie canzoni, di cui alcune insolitamente gioiose, e ricondotto poi verso sonorità ed atmosfere più usuali per gli islandesi. L’eterogeneità dei brani si nota, ma l’insieme risulta compatto e convincente.

B.B. King – One Kind Favor (blues)

B.B. King - One Kind FavorOne Kind Favor è un disco blues. Completamente blues. Il produttore T Bone Burnett consiglia all’ottantatreenne di fare quello che sa fare meglio. Riporta il Re verso i suoni essenziali degli anni Cinquanta, gli affianca degli ottimi musicisti, il mix è quello giusto e il risultato è perfetto.

Darrell Scott – Modern Hymns (country)

Darrell Scott, almeno per me, era un perfetto sconosciuto. Per le vie infinite della rete sono arrivato ad una sua segnalazione da un sito di musica country. Scopro che Darrell ha scritto canzoni per le Dixie Chicks ed altri, e  che le sue canzoni hanno venduto milioni di copie. Qui si cimenta in un album di cover prendendo in prestito canzoni di Joni Mitchell, Paul Simon, Pat Metheny, Bob Dylan, Leonard Cohen ed altri. Un disco splendido, limpido, suonato magistralmente.

24 Grana – Ghostwriters (italiana – pop cantautorale)

Quinto lavoro per i 24 Grana in circa 10 anni, nove canzoni per poco più di mezz’ora di musica. Una svolta per i 24 Grana, dal dub – hip pop verso una forma canzone tradizionale con spirito partenopeo. Filippo Gatti, Marina Rei, Nicolò Fabi, Riccardo Sinigallia le collaborazioni per  un disco sincero, che nella sua semplicità mantiene un’integrità,  una forza, che è prerogativa di questo gruppo.

Neil Diamond – Home before dark (rock acustico)

Neil Diamond – Home before darkAl primo ascolto sembra Johnny Cash, i suoni puliti, gli arrangiamenti estremamente scarni,  la voce. Ma non è  lui. Rick Rubin, dopo lo splendido lavoro sull’ultimo disco di Cash, ha prodotto anche  Neil Diamond, altro artista storico del panorama musicale americano, aiutandolo ad esaltare le sue doti eccellenti. Dodici canzoni inedite di buona fattura tra cui spiccano Don’t Go ThereAnother Day (That Time Forgot), quest’ultima in duetto con Natali Maines delle Dixie Chicks.

Paul Weller – 22 dreams (rock)

Paul Weller compie 50 anni con un “doppio vinile” di ottima musica. Un disco poco pensato ma molto suonato. Tra rock beatlesiano, canzoni in perfetto Style “Council”, funk e soul, jazz, Paul Weller guarda avanti e non indietro come molti suoi colleghi “arrivati”. Nessuna logica di mercato, solo una sana passione ottimamente espressa. In alcuni dei 21 brani troviamo contributi di Noel Gallagher e Gem Archer degli Oasis, Robert Wyatt (nello stupendo “Song for Alice” dedicata alla vedova del grande Coltrane), Graham Coxon ex Blur ed altri.

Cristina Donà – Piccola faccia (italiana – acustica)

Cristina Donà – Piccola facciaA distanza di pochi mesi dall’ultimo album esce Piccola Faccia. Un disco acustico nel quale Cristina sceglie l’essenzialità di una chitarra, di un piano e di pochi altri suoni per reinterpretare dieci brani e  proporre due cover: Sign your name di Terence Trent D’ArbyI’m in you di Peter Frampton. Il disco è di una semplicità disarmante ma perfetto. La chitarra di Francesco Garolfi dialoga in maniera magistrale con la bella voce della Donà, che sceglie linee di canto molto lineari, pulite ma intense che esaltano le buoni composizioni dei brani.

Wilco – Sky blue sky (edizione con cd aggiuntivo) (rock)

Wilco - Sky blue skyNuova edizione arricchita di questo bellissimo disco dello scorso anno: un secondo cd, con 5 tracce in più di cui due dal vivo. Il pretesto mi permette di inserirlo tra i dischi del 2008.  I Wilco di Jeff Tweede incarnano la più grande tradizione musicale americana fatta di passato e innovazione. Grazie alla ritrovata serenità del loro leader, è la speranza che si fa strada in questo splendido album. Suoni rock ben miscelati tra i diversi strumenti, ottime chitarre, bella la voce.

Altri dischi in ordine sparso:
11) Ane Brun – Changing Of The Seasons (acustico)
12) Bonnie ‘Prince’ Billy – Is It The Sea? (live)
13) Coldplay – Viva la vida (rock – pop)
14) Elbow – The Seldom Seen Kid (alternativa)
15) Fleet Foxes – Fleet Foxes (folk rock)
16) Martha Wainwright – I Know Youre Married But Ive Got Feelings Too (pop)
17) Randy Newman – Harps and Angels (rock)
18) Ryan Adams & The Cardinals – Cardinology (rock)
19) Susan Tedeschi – Talking about (blues)
20) The Verve – Forth (rock pop)

Nessun commento a “Bombaclassifica show”

  1. Antonio Spadaro ha detto:

    Gianluca! Grazie! Questo sì che è un grande post! Grazie per aver condiviso questa classifica!

  2. Gian Luca Figus ha detto:

    appena ci incontriamo, Antonio, li “condividiremo” questi dischi se ti fa piacere..

  3. Massimo ha detto:

    Ciao, Gian Luca. La mia Top Ten dei dischi del 2008:
    1. Beck – Modern Guilt
    2. The Fireman – Electric Arguments
    3. Jens Lekman – Sipping On the Sweet Nectar (EP)
    4. Nick Cave and the Bad Seeds – Dig, Lazarus, Dig!!!
    5. Teresa De Sio – Sacco e Fuoco (Deluxe Edition)
    6. Cat Power – Jukebox
    7. The National – The Virginia EP
    8. The Police – Certifiable (Live)
    9. The Gutter Twins – Saturnalia
    10. Francesco De Gregori – Per Brevità Chiamato Artista (Deluxe Edition)

    Buon 2009.

  4. Maurizio ha detto:

    li voglio tutti! (questi 10 dischi)
    ho solo quello della Donà… e devo dire che dopo 3-4 la soluzione integrale acustica mi annoia

  5. Maurizio ha detto:

    dopo 3-4 BRANI

  6. leo ha detto:

    Perfetto! cercavo proprio un po’ di musica da “acquistare”… però Coldplay e i Verve (dico, i Verve!) non posso perché il mio Ipod si arrabbierebbe…

  7. Stas' Gawronski ha detto:

    Il mulo lavorerà come un pazzo nei prossimi giorni. La mia classifica del 2008 è questa:

    1. Damien Rice – O
    2. Bob Dylan – Modern times
    3. Bob Dylan – The bootleg series n°8
    4. Cristina Donà – La quinta stagione
    5. Eddie Wedder – Into the wild
    6. Ian Matthews – If you saw thru’ my eyes
    7. Johnny Cash – Cash
    8. PJ Harvey – Tales from the city
    9. PJ Harvey – White chalk
    10. The Byrds – The ballad of easy rider

  8. Gian Luca Figus ha detto:

    Grazie Massimo per la tua proposta, tra l’altro mi era sfuggita l’uscita dei National che mi piacciono, me li sto ascoltando proprio ora..
    Non avevo notato neanche il nuovo di Jens Lekman. Non conosco invece The Fireman e neanche The Gutter Twins, mi aggiornerò grazie mille, è per questo che ho lanciato la proposta.. :-)

    Maurizio, quando vuoi..abitiamo vicini..

    Leo..con tutte le cose assurde che butto dentro l’ipod i primi tempi si rifiutava anche lui di accettare tutto, ma ormai si è abituato..

  9. Gian Luca Figus ha detto:

    Grazie Stas’, ma devono essere tutti dischi usciti nel 2008..
    però si può estendere la proposta ai dischi più ascoltati nel 2008 anche se usciti precedentemente…
    mi sto riascoltando meglio questi giorni “la quinta stagione” è un bel disco pure quello è vero..un abbraccio

  10. Gian Luca Figus ha detto:

    ..Anzi meglio di no.. restiamo sui migliori dischi usciti nel 2008.. :-)

  11. Valeria ha detto:

    Ciao.
    Che bei dischi!
    Nell’anno appena trascorso ho amato molto “Piccola Faccia” della Donà, l’ultimo dei Sigur Ros e “Into the Wild” di Eddie Vedder, bellissima colonna sonora dell’omonimo e altrettanto bellissimo film di Sean Penn.
    Vorrei segnalare l’album “1968: Odissea nel Rock” di Francesco Garolfi, già chitarrista per la Donà in “Piccola Faccia”. Ideatore del progetto, Davide Sapienza, che ha scritto un’affascinante introduzione per il booklet. Garolfi reinterpreta (non si tratta di semplici cover!) i brani di quell’anno che fecero la storia del rock: si va dai Beatles ai Rolling Stones a The Band e Jimi Hendrix. Un disco veramente bello.
    Il titolo è un omaggio a Stanley Kubrick.
    Vi lascio il link al sito:
    http://www.1968odisseanelrock.com/

  12. Gian Luca Figus ha detto:

    grazie per la segnalazione Valeria..

  13. leo ha detto:

    Ho sentito per la prima volta i Sigur Ros… e sono eccezionali! La fredda terra d’Islanda quando produce qualcosa lo fa sempre con impegno, mi sembra!

Prima di inserire un commento, assicurati di aver letto la nostra policy sui commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *