Quale miracoloso seme avrà inghiottito?

Ecco due poesie di Wendell Berry

L’uomo nato per coltivare (The man born to farming)

Il piantatore di alberi, il giardiniere, l’uomo nato per coltivare,
le cui mani si protendono sotto terra e germogliano,
per cui la terra è una droga divina. Entra nella morte
ogni anno e ne ritorna esultante. Ha visto la luce posarsi
sul cumulo di sterco e rialzarsi nel frumento.
Il suo pensiero passa come una talpa lungo la cima dei filari.
Quale miracoloso seme avrà inghiottito
perché il discorso ininterrotto del suo amore gli sgorghi dalla bocca
come una vite che s’aggrappa alla luce del sole
e come acqua che discende nel buio?

Conoscere il buio (To know the dark)

Andare al buio con la luce è conoscere la luce.
Conoscere il buio è andare al buio. Vai ad occhi chiusi
e scopri che anche il buio sboccia e canta,
ed è percorso da oscuri piedi e oscure ali.