Sopportare pazientemente dieci canzoni moleste

https://www.youtube.com/watch?v=-__VV94ziiQ

Brani avversi alla religione cristiana e che piacciono più di quelli “spirituali” riempiono la discografia mondiale della musica pop e rock. Alcune canzoni suonano il mancato incontro con l’Aldilà oppure cantano una visione distorta di Dio. Ho pensato dunque ad una playlist di dieci canzoni irreligiose o irriverenti, blasfeme forse. Di sicuro prive di manifeste simpatie per Gesù.
1. Dear God – XTCUna penna al posto di un chiodo che trafigge una mano. Una copertina shock, un atto d’accusa contro Dio per aver creato l’uomo naturalmente “cattivo”, a sua immagine e somiglianza.

2. Walkin’ with Jesus – Spacemen 3Vivere più a lungo possibile, nessuna morale da seguire, rimandare l’appuntamento con la morte perché nell’Aldilà non c’è nulla. Meglio vivere nell’aldiquà, dove l’esperienza dell’amore è sicura e godereccia.

3. Passover – Joy DivisionTrovare una luce nei dischi dei Joy Division diventa un’impresa titanica, specie dopo aver ascoltato un brano come “Passover” che tratta di sconfitte esistenziali. La vita finisce, mentre Dio abbandona i protagonisti della storia. Sic!

4. Holy Ghost – White LinesIl pretesto di utilizzare simboli della tradizione cristiana per raccontare il nulla. Mescolare il sacro con il profano, purché se ne parli.

5. Blasphemous Rumours – Depeche ModeE’ il racconto di un suicidio e di una morte violenta di due ragazze. La morte ha un senso? Il ritornello: “Non voglio dare adito a voci blasfeme, ma penso che Dio abbia un macabro senso dell’umorismo. Quando muoio mi aspetto di trovarlo che ride”. (Guarda il video in cima al post).

6. Born Again – United Nations of Sound | Richard Ashcroft, stanco di attendere la Resurrezione nell’alto dei cieli, s’accontenta di nascere di nuovo e in terra, causa l’amore di una donna. Un gospel laico.

7. St. Peter’s Cathedral – Death Cab for CutieUn testo ambiguo, difficile da comprendere. Una professione di ateismo, quel “non c’è niente” rimbomba pesante nel refrain. E non basta vederli in concerto esibirsi nella chiese d’America per chiarire il dubbio.

8. God – John Lennon | “Se c’è un Dio, lo siamo tutti quanti”. Celebre affermazione di John Lennon che in “God” – oltre rinnegare i Beatles – dichiara di non credere nell’esistenza di Dio, nella Bibbia e nel paradiso. Anni più tardi, i cristiani U2 riscrissero il brano: God part II.

9. Busload of Faith – Lou Reed | Lou Reed canta: “Non puoi contare su Dio, non puoi contare sui Sacramenti. Nessun Padre, nessun Spirito Santo. Non puoi contare su nessuna chiesa, a meno che non ci siano degli immobili che vuoi comprare”. No comment.

10. Papillon – EditorsIl brano chiede ragione della fede in Dio nello smarrimento. L’idea di fondo: il Signore rimane lontano dalla vita degli uomini, esseri sempre più disperati, soli e senza una meta da raggiungere.