La Roma in nero: Ardecore – La madonna dell’Urione

Ardecore Ardecore è lo straordinario progetto nato da un’idea del cantautore Giampaolo Felici insieme alla band Zu e al cantante chitarrista Geoff Farina, leader degli statunitensi Karate. L’idea è registrare i brani più neri della tradizione popolare romana, senza stravolgere le partiture originali, ma evidenziando, al contrario, alcuni particolari stilistici che ne esaltano l’originalità musicali.

Il risultato, nonostante nonostante i trecento e passa anni che arrivano ad avere alcune canzoni (è il caso dell’apertura del cd, come te posso ama’), è uno straordinario mix di musica popolare e ricerca interpretativa, con una chitarra da ballroom texmex che sposa, a forza ma felicemente, l’interpretazione morbida e sgolata della vitaccia rose e coltelli, della Roma ottocentesca trombone e contrabbasso.

E la vita di allora, bulli e carcere, amore e vendetta, esplode, in questa nuova veste, della vitalità propria al popolino di una città vecchia di tremila e passa anni, che ha incoronato imperatori e seppellito papi, sempre con lo stesso cinismo indifferente, la stessa passione esplosiva e violenta, ma anche genuina e sentimentale e pure, a volte, un po’ piagnona.

In video, La Madonna dell’Urione: appena uscito “dalle pene”, il bullo incontra durante una processione la ragazza che l’ha tradito. Tragedia sacra e profana, la mano corre all’immancabile cortello, che non si conosce altro modo di regolare l’onore tradito. Ma la vista della statua in processione gli fa mancare l’arma: è un piccolo miracolo, che tocca il cuore e muta l’ira in quella devozione, semplice e profonda, propria di un popolo che vive alla giornata una tradizione millenaria.